Albo Nazionale Gestori Ambientali

Albo nazionale gestori ambientali: regole tutte nuove per l’iscrizione, il rinnovo e la permanenza delle imprese alla luce del Dm 120/2014

Le regole per l’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali sono profondamente cambiate. Infatti, il 7 settembre 2014 è entrato in vigore il nuovo regolamento dell’Albo (Dm 120/2014) che, dopo 16 anni, ha definitivamente archiviato il Dm 406/1998. Dunque, cambia tutto e il nuovo regolamento lo fa all’insegna della semplificazione amministrativa e della qualificazione delle imprese.  
Tra le molte semplificazioni si segnala il fatto che gli operatori non devono più comunicare le modifiche anagrafiche al Registro imprese; inoltre, è previsto l’accorpamento delle categorie di iscrizione; pertanto, ad esempio, gli iscritti nelle categorie 4 e 5 possono trasportare i rifiuti da se stessi prodotti o i RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici) senza richiedere altre iscrizioni.
Viene altresì disciplinata la trasmissione telematica delle domande e delle comunicazioni, mentre per il rinnovo dell’iscrizione l’impresa presenterà un’autocertificazione circa il permanere dei requisiti previsti per l’iscrizione. L’attestazione di idoneità degli automezzi è redatta e sottoscritta dal Responsabile tecnico dell’impresa, pertanto decade l’obbligo di dimostrarla con perizia redatta e giurata da un professionista.
Cambia profondamente la formazione del Responsabile tecnico il cui aggiornamento professionale sarà verificato ogni cinque anni, in base a contenuti, criteri e modalità di svolgimento stabiliti dal Comitato nazionale dell’Albo.
Il tutto, unito al delicato regime transitorio previsto dall’articolo 26 del nuovo Dm 120/2014, rende necessario un confronto con aggiornamento professionale.

 

ULTIME NOVITÀ:

 

● 31 dicembre 2014: Dl "Milleproroghe" prevede da 1° febbraio 2015 sanzioni per omessa iscrizione e mancato pagamento contributo.

 

Il Dl 31 dicembre 2014 n. 192 stabilisce l’applicazione a partire dal 1° febbraio 2015 delle sanzioni previste dall’articolo 260-bis, commi 1 e 2, del Dlgs 152/2006 che puniscono l’omessa iscrizione al Sistri ed il mancato pagamento del relativo contributo e la proroga fino al 31 dicembre 2015 delle altre sanzioni Sistri, unitamente ad un pari prolungamento del periodo transitorio del cd. "doppio binario" (tracciamento telematico e tradizionale).

 

Ultima modifica ilGiovedì, 22 Gennaio 2015 19:14

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Сачак (Ламперия) http://www.emsien3.com/sachak от ЕМСИЕН-3
Дървени талпи http://www.emsien3.com/талпи от ЕМСИЕН-3

Log In

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?